Il contesto socio-culturale in cui lavoriamo e viviamo espone il lavoratore e, più in generale, il cittadino, a costanti interazioni cui spesso reagiamo passivamente per diversi motivi tra i quali la mancanza di conoscenza, l’insicurezza e l’impotenza. Ciò nonostante, ovviamente a ragione, cerchiamo di non precluderci alcuna opportunità si prospetti all’orizzonte, mossi da orgoglio, improvvisazione ma anche incoscienza. La tutela del diritto alla sicurezza nei contesti lavorativi e sociali non può prescindere dalla conoscenza e consapevolezza degli scenari in cui ci si trova e dei soggetti con i quali abbiamo o potremo avere interazioni, attive e passive.
L’Organismo Paritetico ENBITAL Formazione Professionale (di seguito EFP), costituito per volontà dell’Ente Nazionale Bilaterale Italiano (di seguito ENBITAL) e dell’Associazione Professionale International Police Training System (di seguito IPTS), nell’ambito delle attività proprie dei costituenti, esercita i compiti propositivi, formativi, consultivi e di verifica previsti dai rispettivi accordi statutari.

In particolare, EFP si propone di:

– Favorire e diffondere la cultura della sicurezza in tutti gli ambiti (lavoro, famiglia e vita sociale) con riferimento ai principi di safety & security, promuovendo e certificando specifici programmi formativi e di addestramento anche nell’ottica di istruire e perfezionare futuri profili professionali;

– Promuovere la segnalazione di buone prassi e iniziative sia a livello nazionale sia internazionale nell’ambito delle attività formative e informative attinenti alla salute e sicurezza sul lavoro, sicurezza pubblica elaborando e raccogliendo le stesse e valutando l’opportunità di modificare, aggiornare e integrare le attività formative sviluppate nel proprio ambito;

– Proporre progetti di organizzazione e innovazione, promozione della legalità, della qualità del lavoro, del benessere organizzativo e di vita in generale con riferimento alle politiche formative, alle misure di prevenzione dello stress lavoro – correlato, di fenomeni di burn-out, dei rischi derivanti da interazioni in contesti potenzialmente pericolosi riconducibili tanto al luogo di lavoro tanto all’ambito quotidiano;

– Verificare la coerenza dei soggetti erogatori delle iniziative formative con i criteri previsti dalla normativa e dal sistema di formazione continua stabiliti dall’Organismo;

– Validare e attestare la conformità di programmi formativi e società o enti erogatori con la normativa vigente e con gli standard previsti dal Comitato Tecnico Scientifico (di seguito CTS) dell’Organismo;

– Valutare eventuali richieste di società terze che intendano e chiedano di aderire a specifici programmi formativi predisposti da EFP;

– Svolgere analisi, indagini e studi sui dati delle assenze del personale, incidenti ed eventi tragici, anche in sede storica, al fine di valutarne cause ed effetti e proporre misure finalizzate a conseguire obiettivi di miglioramento.